()

Ricci, predatori di lumache in giardino: fLo nutrite? Ccome attirarli in giardino

I pellet per lumache sono un pericolo per i ricci

Se avete scoperto il mio blog, probabilmente siete infastiditi da lumache e chiocciole.

Probabilmente sarete molto interessati alla barriera anti-lumache in rame che ho progettato: la rete anti-lumache.

Ha cambiato tutto per me. Finalmente posso coltivare lattughe, cavoli, fragole e cucurbitacee senza strapparmi i capelli.

Non esitate, è un investimento (il rame è costoso), ma probabilmente risparmierete un sacco di tempo!

Prima di iniziare, se siete interessati, ecco
l’articolo su tutti i predatori di lumache
.

I. Che ruolo possono avere i ricci nella gestione delle lumache?

a. Il riccio: cosa mangia?

larve di maggiolino

In Francia, i ricci che vediamo sono i ricci comuni (noti anche come ricci europei).

Sono onnivori:

In effetti, i ricci sono principalmente insettivori: larve, coleotteri, cavallette, lombrichi, lumache, cocciniglie, ragni, ecc. Ma anche funghi, bacche mature e frutta caduta a terra, nonché pulcini caduti dal nido o uova rotte, fanno parte della loro dieta.

b. I ricci mangiano davvero le lumache?

herisson predateur limaces

A volte si dice che le lumache non sono il loro pasto preferito… E preferiscono vermi, larve e insetti… Anzi, diciamo che queste prede sono più veloci e facili da mangiare. Ma le lumache sono ancora una parte importante della loro dieta ricca di proteine.

Come un grande chef, preparano il loro piatto con passione: eliminano il muco delle lumache, che tende a rendere difficile la digestione, strofinandole a terra con le zampe anteriori, prima di ingozzarle (vedi video sotto).

Secondo alcune fonti, l’adulte, les hérissons seraient capables de manger jusqu’à 10 limaces grosses en une nuit !

Data la varietà del suo menu, il riccio è quello che si definisce un ausiliario generalista. Inoltre, a causa di questa dieta varia e del suo tasso di riproduzione, che è molto più lento di quello delle lumache, è un protezione piuttosto che pulizia (contiene le popolazioni di lumache nelle loro fasi iniziali e ritarda l’esplosione della popolazione).

Qui potete vedere come può essere utile per gestire le lumache in giardino. La sua presenza, unita a quella di altri predatori (e alla salute di altri parametri nel sistema del giardino), è talvolta necessaria per regolare a lungo termine le popolazioni di lumache.

 

II. Come attirare un riccio in giardino? Habitat e ibernazione

a. Per l’habitat e il letargo del riccio: progettazione di giardini naturali

rovi lumache

Per incoraggiare i ricci a stabilirsi nel vostro giardino, assicuratevi che ci siano siepi fitte dove possano nascondersi. Se sono ricoperti di foglie morte e disseminati di cespugli spinosi (rovi), è ancora meglio! Una siepe spinosa di questo tipo è un’ottima alternativa ai rifugi costruiti. In questo modo si rifugia e dorme tra la primavera e l’autunno, ma può anche andare in letargo durante l’inverno. Perché sì, i ricci vanno in letargo! Può sembrare ovvio detto così, ma molti si chiedono se un riccio vada in letargo o sverni?

Svernare significa semplicemente trascorrere l’inverno al riparo dal freddo, in una grotta o in un luogo simile. Gli animali in letargo, invece, si permettono di entrare in uno stato di ipotermia a lungo termine rallentando il loro metabolismo, conservando così l’energia nei periodi in cui il cibo è molto scarso!

(Fine del periodo di ibernazione)

Lasciate anche delle strisce di erba cresciuta in giardino (possibilmente vicino alle siepi): attirano molti insetti, di cui sono ghiotti! Anche il legno morto a terra e i tappeti di foglie offrono un facile accesso a larve e vermi.

Il territorio del riccio è molto vasto (da 3 a 10 ettari!) e ha bisogno di passaggi attraverso i giardini. A tal fine, è possibile creare passaggi alternati (ad esempio, fori nella rete) all’interno delle recinzioni. Rinchiusa in un giardino “ermetico”, c’è una buona probabilità che si lasci morire.

b. Per l’habitat e il letargo dei ricci: costruire o acquistare un rifugio

mucchio di foglie morte riccio

Per permettergli di accoccolarsi per la maggior parte del giorno o di andare in letargo per sopravvivere all’inverno, potete anche costruirgli un rifugio!

Per farlo, si può cominciare a collocare un grosso mucchio di tronchi o di grosse pietre in un angolo del giardino.

In alternativa, è possibile costruire o acquistare un rifugio su misura. In commercio sono solitamente disponibili sotto forma di piccole “cucce” in legno. Ma potete anche costruirlo da soli, come mostrato nella foto qui sotto. All’interno, stendete un fitto tappeto di foglie morte – raccolte ad esempio in autunno – che, come avrete capito, farà la gioia della pianta!

Robin

Come appassionato coltivatore sperimentale di ortaggi, ho avuto enormi problemi con le lumache durante i miei primi 2 anni di coltivazione di ortaggi;

Niente (gusci d’uovo, cenere, ecc.) sembraba funzionare…

Mentre, se dovessimo credere a Internet, tutti avrebbe dovuto funzionare…

Insomma, di fronte a un evidente problema di disinformazione, ho deciso di passare all’azione: ho testato tutte le famose “barriere anti-lumache”, in modo da avere le idee chiare e sapere cosa fare;

Ho filmato i miei (13) test (che, in francese)

I risultati sono stati chiarissimi : niente è riuscito a bloccare efficacemente il cammino di lumache e chiocciole, tranne che per :

Acqua, utilizzabile con tranci di almeno 5 cm di profondità e 10 cm di larghezza;

Rame, se utilizzato in verticale, se la sua altezza è di almeno 7 cm

Così ho provato diverse barriere a base di rame per proteggere il mio orto;

Dopo una dozzina di test, è nata la “barriera miracolosa”. : rete per lumache, che ha salvato la mia motivazione a continuare il mio orto.

 

Ha funzionato così bene che ho pensato di renderlo disponibile a tutti;

E ora, dopo aver intrapreso questa avventura imprenditoriale, la rete anti-lumache è disponibile per la vendita!

Per saperne di più, cliccate qui, e testarlo per 30 giorni a casa.

rete per lumache di rame

La rete anti-lumache: Finalmente la pace con le lumache.

Già 1000 reti adottate!

il tasso di mortalità dei ricci

III. Come possiamo proteggere i ricci in pericolo?

Purtroppo i riccisono una specie in via di estinzione…

Per ogni 100 ricci presenti trent’anni fa, si stima che oggi ve ne siano solo 3.

La loro aspettativa di vita media è scesa da 10 a 2 anni.

I ricci sono solo circa 4 bambini su 1.000 raggiungono l’età di 10 anni, e il 25% non sopravvive da un anno all’altro.

Ciò è dovuto principalmente all’uso di pesticidi, dipellet nocivi per le lumache e alla scomparsa del loro habitat.

 

Come potete aiutarli a sopravvivere?

 

a. I responsabili della graduale scomparsa dei ricci: escludere l’uso di pesticidi, lumachicidi e trappole per la birra.

pellet anti lumache

Prima di tutto, bisogna escludere l’uso di pesticidi nell’orto, ma credo che questo sia scontato se si pratica l’orto secondo i principi della permacultura. Infatti, i ricci si avvelenano (si ammalano e poi muoiono) leccandosi dopo aver camminato in aree trattate con pesticidi.

Inoltre, è necessario escludere l’uso di lumachicidi, che li avvelenano indirettamente (mangiando le lumache). Inoltre, i pellet per lumache frenano il riequilibrio a lungo termine delle popolazioni di lumache nel vostro giardino e il loro uso dovrebbe essere interrotto a tutti i costi.

Infine, smettete di usare le trappole per la birra. Quando i ricci ingeriscono lumache impregnate di alcol, si ubriacano anch’essi. Ciò può avere diverse conseguenze: in primo luogo, non possono più raggomitolarsi per proteggersi dai predatori (tassi, gufi, volpi). In secondo luogo, questo stato di ubriachezza aumenta le possibilità di cadere in una piscina, in uno stagno o in una grande pozzanghera, dove potrebbero annegare.

E comunque, le trappole di birra come metodo naturale per combattere le lumache sono una pessima idea, e ho scritto un articolo specifico sull’argomento!

 

b. I responsabili della progressiva scomparsa dei ricci: evitare l’annegamento

I ricci annegano nelle piscine

Come si può vedere dal grafico qui sopra, i ricci muoiono spesso per annegamento ! C’è una cosa molto semplice da fare per evitare questo problema: se avete una piscina o uno stagno con i lati alti (che non potranno scavalcare), costruite loro una mini zattera di sopravvivenza, dove possano rifugiarsiper evitare l’annegamento dopo l’esaurimento. Anche voi potete costruire una piccola rampa di uscita!

c. Il riccio e i cani

i cani sono pericolosi per i ricci

E fate attenzione se avete un cane… può ferire gravemente qualsiasi riccio di cui si incuriosisca troppo. Se avete un riccio che viene spesso a trovarvi in giardino, avvicinatevi al cane (tenendolo in braccio) per spiegargli che non deve essere toccato e per osservare le sue reazioni. Se avete un gatto, però, non avete nulla di cui preoccuparvi: non gli farà male e potrebbero diventare presto buoni amici 😉

IV. Quale cibo dare a un riccio? Abbiamo davvero bisogno di alimentarlo?

Come si può vedere nel grafico qui sopra, sulle cause di mortalità dei ricci, il 13% dei ricci muore in media per mancanza di cibo: #6fe6bd;” data-mce-style=”background: #6fe6bd;”>Il 13% dei ricci muore in media per mancanza di cibo. È chiaro che nutrirli può essere molto utile!

Sì, ma… non in un modo qualsiasi.

 

a. Il cibo per i ricci: l’importanza del periodo dell’anno

i periodi dell'anno in cui i ricci hanno bisogno di essere nutriti

Dalla primavera all’autunno, può essere molto utile dare da mangiare ai ricci di tanto in tanto! Attenzione, però, a non farli diventare troppo regolari, perché potrebbero smettere di cercare da soli il loro cibo naturale.

In autunno, se vedete un riccio che sembra ancora piccolo, prendetevi un momento per pesarlo. Se pesa meno di 600 grammi, dovrete contattare un’organizzazione di rifugio (un santuario del riccio o un borgo del riccio, per esempio) per accoglierlo durante l’inverno, quando non sarebbe in grado di sopravvivere essendo così fragile.

Alla fine dell’autunno, se il riccio sembra robusto e in salute, non dategli da mangiare. L’assenza di cibo e il freddo scatenano il letargo. Alimentarlo regolarmente in questo periodo potrebbe portare a uno squilibrio a questo livello, probabilmente fatale.

b. Alimentazione dei ricci: la scelta cruciale del cibo

un riccio mangia cibo per gatti

Se vuoi aiutare un riccio a superare un periodo di frugalità, l’unico cibo che potete dargli è costituito da crocchette o paté, destinati a cani o gatti.

Nient’altro! Altri tipi di cibo che potreste trovare in casa sono fatali per lui o dovrebbero essere somministrati solo occasionalmente, quindi è meglio non menzionarli affatto!

E soprattutto, non date mai loro scarti di tavola, latte o pane. Moriranno!

Per quanto riguarda l’alimentazione di un cucciolo di riccio, il discorso è diverso perché non ha la stessa dieta, e vi consiglio di contattare un rifugio per ricci il prima possibile.

V. Come proteggere i ricci dalle zecche?

i ricci hanno le zecche

I ricci sono animaletti adorabili, molto utili in giardino, ma possono anche essere vettori di zecche

L’olio di nigella (noto anche come olio di cumino nero) sembra essere molto efficace per spaventare le zecche e impedire che mordano.

Alcuni giardinieri lo usano come integratore alimentare (un cucchiaino al mattino), che conferisce alla pelle un odore sgradevole, per le zecche.

Per i ricci si possono mettere alcune gocce nei loro rifugi o mescolare 2 o 3 gocce al loro cibo. A quanto pare è molto efficace!

VI. Quattro curiosità sui ricci

un riccio

  • Un riccio adulto ha generalmente più di 5.000 pungiglioni.
  • Hanno un udito eccellente e un ottimo olfatto, ma un’acutezza visiva piuttosto scarsa.
  • Comunicano tra loro utilizzando un’ampia gamma di suoni diversi.
  • Quando un riccio identifica un nuovo odore, “schiuma” letteralmente (secernendo una quantità abbastanza grande di schiuma), quindi sparge la schiuma prodotta sui suoi aculei. Questo fenomeno è chiamato autofunzionamento.

 

VII. Altri metodi di gestione delle lumache

lumache

Se siete davvero invasi dalle lumache e i ricci non sono ancora arrivati (o la loro presenza non è sufficiente a contenere l'”invasione”), ci sono diverse altre strade che potete seguire per cercare di contenere questi gasteropodi.

Si possono creare barriere naturali anti-lumache, usare pacciame anti-lumache, piantare piante repellenti nelle vicinanze o attirare altri predatori di questi gasteropodi, ecc.

Ma le lumache hanno anche diversi altri predatori, che potete cercare di attirare: ecco un articolo che aiuta a portare gli anfibi in giardino, oppure un articolo che aiuta ad attirare i coleotteri terrestri.

 

 

Conclusione

un cucciolo di riccio predatore di lumache

Il riccio è un predatore generalista protettivo di gasteropodi. La sua presenza è uno dei modi per regolare le popolazioni di lumache a lungo termine.

Per far sì che il riccio si senta a casa nel vostro giardino, dovrete adattare il vostro giardino in misura maggiore o minore, costruire un rifugio, conoscere le esigenze alimentari del riccio e proteggerlo il più possibile dai pericoli.

Grazie per aver dedicato del tempo alla lettura 😊, spero che questo articolo vi abbia interessato e vi abbia insegnato cose che ritenete utili. Non esitate a farmi sapere cosa ne pensate nei commenti: sono sempre interessato a sentire quello che avete da dire, perché può solo arricchire questo documento. Inviatemi le vostre idee e sarò lieto di integrare questo articolo per renderlo il più completo possibile.

Riferimenti:

http://hameaudesherissons.fr/index.php?id_page=protection.php

https://fr.wikipedia.org/wiki/H%C3%A9risson

https://www.slughelp.com/attract-hedgehogs-locate-slugs-enemies-garden/ – Un sito eccellente, che raccomando

 

 

Ancora meglio ! Adottare rete antilumaca in rame.

Questa è la barriera di rame che ho progettato in seguito ai miei numerosi test di barriera contro le lumache;

Devo a lui il successo dei miei cavoli, insalate, fragole e cucurbitacee;

Cliccate su questo pulsante per saperne di più:

Quanto è stato utile questo post?

Cliccate su una stella per valutarla!

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Nessun voto per ora! Sii il primo a valutare questo post.

Ci dispiace che questo post non sia stato utile per voi!

Miglioriamo questo post!

Ci dite come possiamo migliorare questo post?

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *